Semifonte, the lost city

Clicca per Ingrandire

Semifonte fu una città fortificata, di cui si tramanda l'accesa rivalità con la vicina Firenze ma di cui non si hanno testimonianze dirette o rovine che ne testimoniano l'esistenza. Tutto è legato all'accesa e spietata reazione di Firenze, che dopo un lungo e sanguinoso assedio decise di distruggere completamente la città di Semifonte rimuovendone anche il ricordo.

Sorto nell'alto medioevo, il castello di Semifonte rappresentò una sorta di città maledetta situata tra i potenti comuni di Firenze e Siena. Il castello di Semifonte raggiunse in breve tempo questa pessima fama grazie alla sua politica di accoglienza molto aperta trasformando il castello in un rifugio per ogni sorta di esuli e sbandati. Il semplice castello diventò rapidamente una vera città-rifugio con una crescita demografica esponenziale tanto da arrivare alle dimensioni della vicina Firenze. Semifonte iniziò ad essere considerata una vera minaccia dalle potenze vicine, ed in particolare da Firenze che chiesa alla città-rifugio di limitare la sua espansione ed in sostanza di sottomettersi al potere fiorentino. Poco timorosi del potere della città di Firenze, gli abitanti di Semifonte appesero sulle porte delle mura un grosso cartello con su scritto “Florentia fatti in là che Semifonte si fa città”. In seguito a infruttuose attività diplomatiche, Firenze assediò con le sue milizie, diecimila fanti, la città di Semifonte con l'obiettivo e l'ordine supremo di distruggere completamente la città: popolazione, case, mura, campi. Alla fine del lungo assedio l'intera popolazione fu massacrata e la città ridotta a un cumulo di rovine, Semifonte fu così letteralmente rasa al suolo.

Subito dopo la vittoria, Firenze emanò una legge che proibì qualsiasi tipo di costruzione sul territorio in cui era sorta la città di Semifonte; tale divieto è stato rispettato fino ad oggi ad esclusione della Cappella di San Michele costruita sulle cima del colle nel 1597 con l'approvazione della famiglia de I Medici. La Cappella di San Michele è un'elegante cappella a pianta ottagonale che riproduce fedelmente, in scala 1:8, la cupola brunelleschiana del Duomo di Firenze.

Visita le altre nostre proprietà